Protocollo d’intesa tra ISCTI, CEI e UNI per l’attivazione di iniziative comuni di normazione e formazione

Il Ministero dello Sviluppo Economico – Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione, nella persona del Direttore Generale Rita Forsi, il CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano, nella persona del Direttore Generale Roberto Bacci, e l’UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione, nella persona del Direttore Generale Ruggero Lensi, hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa con l’obiettivo di incrementare il livello di rappresentatività del Paese in ambito internazionale.

Il Protocollo consentirà di rafforzare la collaborazione tra ISCTI, CEI e UNI costituendo un unico riferimento nazionale nei confronti delle organizzazioni internazionali ITU ed ETSI. Tra i temi cruciali nell’ambito del settore ICT, sicurezza informatica ed evoluzione digitale avranno un ruolo di rilievo.

Un altro importante obiettivo è quello di avviare iniziative di formazione e promuovere scambi di esperienze: in quest’ottica, sarà profuso l’impegno nell’organizzare eventi e iniziative su tematiche di interesse comune.

ISCTI, CEI e UNI hanno infatti tra i propri compiti istituzionali anche quello di diffondere la cultura normativa, con idonee azioni di informazione e formazione a beneficio di industrie, PMI e professionisti.

L’accordo è entrato in vigore il 5 settembre 2018, data di sottoscrizione, e ha validità di tre anni, con rinnovo automatico per periodi di pari durata.

 

 

L’ISCTI, Direzione Generale del Ministero dello Sviluppo Economico, svolge attività di studio e ricerca scientifica nel campo dello sviluppo delle tecnologie delle comunicazioni e dell’informazione, delle reti di nuova generazione, della sicurezza delle reti, della qualità del servizio e della tutela delle comunicazioni, anche mediante convenzioni con enti e istituti di ricerca specializzati nel settore, nonché di predisposizione di normativa tecnica e di partecipazione alle attività di standardizzazione svolte in ambito ETSI e ITU, di certificazione di apparecchiature e sistemi, di formazione e di alta specializzazione tecnica.

Il CEI è Organismo Nazionale di Normazione, senza scopo di lucro, il cui fine è quello di svolgere le attività di normazione nel settore elettrotecnico, elettronico e affini. Le sue competenze vengono riconosciute dal Regolamento UE n. 1025/2012 e dal Decreto Legislativo 15 dicembre 2017 n. 223; rappresenta l’Italia nel Comitato Europeo di Normazione Elettrotecnica (CENELEC) e nella Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC).

L’UNI è Organismo Nazionale di Normazione, senza scopo di lucro, il cui fine è quello di svolgere le attività di normazione in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario (ad esclusione di quello elettrico ed elettrotecnico). Le sue competenze vengono riconosciute dal Regolamento UE n. 1025/2012 e dal Decreto Legislativo 15 dicembre 2017 n. 223; rappresenta l’Italia nel Comitato Europeo di Normazione (CEN) e nell’Organizzazione Internazionale di Normazione (ISO).